Menu
Carrello della Spesa

Federico II

Federico II
-15 %
Argomento: Saggi
Federico II
€ 8,50
€ 10,00
Imponibile: € 8,50
Scheda tecnica
Anno di pubblicazione: 2011
Autore: Benedetto Ligorio
Confezione: brossura
Formato: 14x22
Illustrazioni: bianco/nero
ISBN: 9788896711125
Pagine: 144

Benedetto Ligorio

Federico II

Ebrei, castelli e ordini monastici in Puglia nella prima metà del XIII secolo


Con questo titolo suggestivo, Benedetto Ligorio presenta un insieme di saggi legati fra loro da unità temporale (prima metà secolo XIII) e da un personaggio incombente e unificante: Federico II nella sua accezione di puer Apulie e di imperatore condottiero.
In questo ambito cronologico e politico l'Autore spazia su questioni economiche, riallacciandosi strettamente a un suo primo lavoro: Sapere e denaro. Da Shabbatai Donnolo a Federico II, su questioni militari e più propriamente strategiche.
Il lavoro inizia con un'attenta ed articolata indagine sulla regolamentazione delle attività creditizie degli ebrei, come previsto nel Liber Augustalis e nelle Costituzioni di Melfi. Sulla base di testimonianze documentarie e notarili è tracciato un articolato quadro degl'interventi della finanza ebraica nelle varie città del regno sia a favore dei singoli sia a favore delle comunità. Cospicuo è il bagaglio delle fonti e dei riferimenti bibliografici: ci troviamo quindi di fronte a un saggio propedeutico per ulteriori approfondimenti sulle attività degli ebrei nel regno normanno e federiciano.
Altro argomento ampiamente e approfonditamente indagato dall'Autore è quello dei castelli nella Puglia di Federico II. Dopo una premessa in cui s'illustrano le motivazioni politiche che spinsero il re di Sicilia a costituirsi una corona di castelli sotto il controllo regio si esamina singolarmente ogni struttura, le sue origini, le sue peculiarità costruttive, la sua utilità nella salvaguardia del territorio.
Complementare a questo argomento è un lungo ed accurato excursus sulle macchine da guerra impiegate nella lotta fra Federico e i comuni dell'Italia settentrionale, il loro utilizzo nelle battaglie, è messo in rilievo l'interesse dell'imperatore per queste macchine e per i mutamenti strategici che comportavano nelle varie fasi della lotta.
Ampio spazio è dedicato alla presenza nel regno normanno-federiciano degli ordini monastici. Questi ordini sono puntualmente descritti nelle loro origini, le loro funzioni, il loro peso nell'ambito sociale del regno, l'ubicazione delle loro case. Particolare attenzione è rivolta agli ordini militari cavallereschi di cui si mette in rilievo la funzione bancario-creditizia a favore dei pellegrini diretti in Terra Santa. Si osserva, quindi, come anche in presenza di un sovrano assoluto e profondamente agnostico quale era Federico, la vita di questi ordini non fu turbata, ne limitata. Spazio è inoltre dedicato al presunto incontro fra san Francesco e Federico di cui si mettono in luce gli elementi simbolici e leggendari.
Ci troviamo dunque di fronte a un lavoro accurato, completo, ben supportato da fonti e da una bibliografia molto ampia ed attuale: un imprescindibile strumento di base e di riferimento per ulteriori particolari ricerche.

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per garantirti una migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più consulta la nostra Privacy Policy.